Logo Dot

Black Friday 2022

Content, Digital Marketing, Black Friday, Brand, errori

La comunicazione che infastidisce

 

 

In vista del Black Friday 2022, gli utenti più attenti hanno subito colto alcune incongruenze nella comunicazione di alcuni Brand, che per un primo momento sono state definite come errori, o meglio orrori, suscitando non poco clamore e polemiche.

La natura dei seguenti si rivela non solo a livello comunicativo, più specialmente grammaticale, ma anche e soprattutto ciò che disturba a primo impatto sono gli elementi grafici apparentemente poco studiati e posizionati senza un ordine logico.

Quello che stupisce è che tutto ciò sia commesso da Brand dalla portata internazionale, da cui ci si aspetta un lavoro impeccabile, promosso da figure professionali di una certa rilevanza.

È palese come questi non siano solo dei casi isolati, dunque dei banali errori di distrazione ma di evidenti strategie comunicative non convenzionali ben studiate.

Il fine ultimo di queste iniziative, potrebbe essere quello di catturare l’attenzione non tanto per il contenuto quanto per l’errore commesso; andare ad infastidire l’utente infatti, potrebbe costituire un hook vincente che ne attrae l’attenzione e stimola di conseguenza il passaparola.

 

 

Per gli amanti del perfezionismo grammaticale e sintattico risulta un pugno all’occhio, più facilmente percettibile dai molti, mentre per i più astuti e tecnici è stato pensato un errore ancor più fastidioso, ovvero quello grafico. 

Ne sono esempi il colore del font della stessa tonalità dell’oggetto ritratto, per cui ne deriva un assente contrasto che ne compromette di gran lunga la leggibilità; oppure la difficile identificazione del Brand in questione poiché nascosto dalla stessa tonalità degli oggetti ritratti.

 

Silvia Toldo
Marketing e Comunicazione